Il contribuente paga per l'Ontopsicologia?

    Una discussa "scienza" prende alloggio presso
    il Comune di Bologna Assessorato alla Cultura



    La ricca città di Bologna, che si è assunta il titolo di "Capitale Europea della cultura" per l'anno in corso, ha organizzato un nuovo progetto "multidisciplinare e culturale" denominato "Bologna 2000 - Progetto Uomo".

    Gli eventi descritti nel progetto, sono anche riportati nella pagina web della "Associazione Internazionale di Ontopsicologia", AIO, e includono:
    Febbraio - A.I.O. - Psicologica Editrice: presentazione del libro "Verso la donna del 2000"
    Febbraio 2000 - Assemblea annuale dei soci A.I.O. e giornata di aggiornamento.
    Maggio 2000 - A.I.O.-I.I.A., Progetto Uomo - Bologna 2000. Incontreranno esponenti di illustri accademie in occasione della giornata del Convegno: "Informatizzazione: l'accesso libero dei cittadini d'Europa e del mondo alle informazioni".

    La stessa pagina Internet si conclude con la firma del vice presidente e segretario generale dell'A.I.O - Dr. Cinzia Mingarini - e con il recapito della segreteria organizzativa dell'A.I.O: viale Aldini 114, Bologna, con il numero telefonico, nonché affermando che hanno collaborato alla creazione della pagina Cinzia Mingarini, Roberta Marchi e Roberto Carcagnolo.

    Fin qui nulla di strano. Ci siamo però ricordati di avere memorizzato questa associazione nel documento del Ministero dell'Interno sulle sette che è uscito nell'Aprile 1998 e abbiamo deciso di vederci chiaro.

    Ci siamo chiesti inoltre come mai il Comune di Bologna poteva fornire uno spazio ad un gruppo così discusso.

    Ci siamo informati dal Comune, contattando il numero diretto della commissione "Bologna 2000". Un addetto alla segreteria ci ha fornito l'indirizzo del "progetto Uomo" e anche il numero dei cellulari dei diretti responsabili del progetto, in seno al Comune - Assessorato alla Cultura.

    Grande è stata la nostra sorpresa quando abbiamo accertato che l'indirizzo e i numeri di telefono erano quelli dell'A.I.O., della dr.ssa Mingarini e di altri adepti della setta - dr.ssa Grazia Gamberini e dott. Maurizio Salvini.

    Abbiamo anche appreso che la signora Marchi Roberta (ringraziata nelle pagine web dell'A.I.O.) è una dipendente del Comune bolognese: che strana coincidenza!

    Ecco svelato l'arcano. L'Ontopsicologia, una setta descritta come pericolosa e discussa ha messo il proprio quartier generale all'interno del Comune felsineo, senza che nessuno abbia avuto nulla da ridire e che nessuno abbia verificato l'attendibilità, la serietà e la "cultura" dell'Associazione stessa.

    Abbiamo quindi cercato di occuparcene noi.